Graph Search, il nuovo motore di ricerca di Facebook

facebook-mark-zuckerbergLa NOVITA’ di Facebook per l’inizio del 2013 si chiama Graph Search. Un motore di ricerca costruito “dentro” il social network, in grado di fornire risposte incrociando i dati sociali con le informazioni. E fornendo quindi informazioni sull’argomento, declinate anche sul piano delle connessioni umane e non solo su quello degli elenchi di risultati pertinenti. Una nuova forma di ricerca, e non da poco. E ciò nonostante, quasi una non-notizia perché la ricerca su Facebook si basa da sempre sulle correlazioni sociali. Ma ieri Zuckerberg ha illustrato lo stato dell’arte dell’evoluzione del motore, che ora è di fatto qualcosa che su internet web prima non c’era.

Ma un motore di ricerca significa che l’avversario primo di Facebook è Google? Sì e no. Stando a quanto si è visto a Menlo Park, lo scenario è diverso. L’idea di “fornire risposte e non collegamenti a delle risposte”, come dicono al social network, chiarisce in quest’ottica un punto fondamentale: Facebook non vuole superare Google. Vuole accerchiarlo, se non divenirne addirittura il perno.

Il sottotitolo dell’evento in cui è avvenuta la presentazione del nuovo motore era “Venite a vedere cosa stiamo costruendo”, Come dire: Graph Search è una delle nostre idee. Ma il piano d’azione è ben più esteso. E Zuckerberg con i numeri e i fatti punta a sovrapporre il suo social network a quello che comunemente viene inteso come “web”. Facebook vuole diventare un’esperienza digitale totalizzante, da cui l’utente non deve sentire il bisogno di uscire per cercare altro. Pensieri, testi, idee, foto, video, musica, prodotti da comprare e regalare. Tutto arriva dentro il nucleo Facebook dal web esterno, e tutto rimane a disposizione nel potenzialmente infinito perimetro del social network. Un approccio che ha pagato altrove nell’industria tech, e che in questo caso vede il concetto di web di fronte all’impero di Zuckerberg.

Far coincidere le due entità è ovviamente impossibile, ma il giovane Mark può puntare a un obbiettivo altrettanto importante, forse anche più centrale: diventare il nucleo del web. L’imprescindibile centro per cui tutto quello che c’è intorno ha un senso. Una strategia tridimensionale verso il web, e tutta strutturata nel dominio della Rete. Mentre Google pensa alle automobili che si guidano da sole e agli occhiali smart, Facebook non sembra avere in cantiere nemmeno uno smartphone. La ricerca web insomma interessa Facebook nella misura in cui questa è necessaria. Non a caso già ora il social network si affida al motore di Microsoft Bing per recuperare informazioni in maniera classica, e sempre non a caso si inseguono le indiscrezioni su una possibile cessione di Bing da Redmond a Menlo Park.

Ma intanto, nei server di Zuckerberg arrivano ogni giorno qualcosa come 500 terabyte di informazioni personali, tra status, tag, localizzazioni, immagini, video, elementi della vita quotidiana e professionale dei suoi utenti. Che da ieri si possono visualizzare (sempre se l’utente lo vuole) come percorsi informativi, sapendo dove vanno a cena le persone che ci interessano, quali libri leggono, che foto pubblicano in rete, quali applicazioni usano, a cosa giocano e se fanno tutte queste cose insieme. Scampoli di informazione che dipingono un quadro elettronico di cui tutti fanno parte, perché l’assenza “social” si nota come la presenza, e fornisce anch’essa informazioni. Se il web oggi coincide con la società o almeno parte di essa, allora il web oggi in parte coincide con Facebook. Lo scenario più temuto da Google, anche perché tecnicamente Graph Search funziona e fornisce un servizio unico. Per cui a Mountain View ora dovranno trovare una risposta, anche e soprattutto per non essere esclusi dall’idea che Facebook ha del futuro della Rete, e su cui Zuckerberg punta con precisione.

Fonte: LaRepubblica

One Response to Graph Search, il nuovo motore di ricerca di Facebook

  1. Pingback: Larry Page su Facebook: “lavorano male sui loro prodotti” « Comunicazione nel Web 2.0

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: