“Così siamo diventati poveri”. Le diverse facce della crisi in Italia

allarme-povertaI NUMERI non rendono l’idea. Siamo assuefatti, bombardati. Non li tratteniamo neppure il tempo necessario perché si traducano in un pensiero. Sono le storie che parlano. Quelle sì, quelle somigliano tutte a qualcosa che sappiamo. La commessa del super, il fornaio dove vai a comprare le rosette, il ragazzo che ha l’età di tuo figlio, il padre di mezza età, la madre.

Questa è l’Italia, questi siamo noi. Narcotizzati da una campagna elettorale che discute di pensioni e di tasse, di esodati e di aliquote: un mondo politico che parla, provando a farsi votare, a chi il lavoro ce l’ha o ce l’ha avuto. Ma quasi la metà del paese non ha lavoro, lavora al nero, ha redditi sotto i mille euro. La media delle famiglie  italiane guadagna meno di ventimila euro l’anno, dicono i dati ministeriali, con buona pace delle discussioni sulla patrimoniale per chi ha redditi sopra il milione o il milione e mezzo.
Leggi il resto dell’articolo

Cosentino duro su Berlusconi: “Sono schifato da Silvio. Io l’ho salvato, lui mi ha tradito”.

nicola_cosentino_conferenza_pdl_4La fase down è ancora lontana, e anche il Cavaliere può attendere. Nicola Cosentino scivola per la casa silenziosa, ti fissa dietro il suo leggero strabismo. “Mi sta cercando da ore, Berlusconi. Lascia messaggi. Ma non rispondo. Sono schifato, si è svenduto tutta la sua cultura garantista per un pugno di voti. Ma io non muovo un dito per questa campagna”. Ripensa alle ultime ore. “Una delusione enorme. Era tutto premeditato? Prima mi chiedono di dare il sangue, fare le liste migliori, allenare la squadra, poi zac, fanno fuori l’allenatore”. Una lunga intervista a “Repubblica”, qui in versione integrale.
Leggi il resto dell’articolo

Gli anni dei conti truccati di Banca Mps portano 2 miliardi di perdite

monte_paschi_sienaIl rosso 2012 di Banca Mps supererà largamente quota 2 miliardi. Colpa delle svalutazioni di asset immateriali per 1,6 miliardi di euro realizzate nel primo semestre dell’anno, e colpa delle perdite su contratti derivati: non solo quello sottoscritto nel 2008 con Deutsche bank e denominato Santorini, ma anche l‘operazione Alexandria siglata nel 2009 con Nomura che, come ha riportato ieri il Fatto quotidiano, peserà per almeno 220 milioni sui conti del gruppo bancario senese.

Le due mosse, decise dalla passata gestione della banca, quando presidente era Giuseppe Mussari e direttore generale Antonio Vigni, servirono a spalmare perdite su titoli azionari (Santorini) e Btp (Alexandria), con l’obiettivo di migliorare il bilancio, che comunque nel 2009 registrò un “crollo” dell’utile netto (poco sopra i 200 milioni) e l’azzeramento del dividendo. Un maquillage rimasto sotto traccia e scoperto solo negli ultimi mesi dall’attuale vertice di Rocca Salimbeni, che ha affidato ai consulenti di Pwc e Eidos il compito di verificarne l’esatta consistenza. Leggi il resto dell’articolo

Una protesta sulle note di Gangnam Style

Psy performs Gangnam StyleUn gruppo di operai, anche non più giovani, ha ballato per strada il Gangnam Style per attirare l’attenzione dei media sui problemi della loro azienda e per protestare contro il mancato pagamento degli stipendi.

Secondo quanto riferisce la stampa cinese, gli operai di un’azienda edile di Wuhan hanno deciso di effettuare una inusuale e pacifica forma di protesta contro il capo della loro azienda, debitore, a loro dire, di grosse somme di denaro verso gli operai e le loro famiglie. Leggi il resto dell’articolo

I redditi degli italiani ritornano indietro di 27 anni

redditoAltro che aumenti. I redditi degli italiani sono destinati a diminuire e a tornare ai livelli del 1986, quando ancora regnava la lira.

Secondo un’analisi di Rete Imprese Italia il dato è sceso a meno di 17mila euro: 16.955 euro contro i 17.337 euro dello scorso anno.

Nel 2007, anno di inizio della crisi, il dato era a 19.515 euro. E scivolerà ancora fino ad arrivare appunto a 16.955 euro, il livello di 27 anni fa. Leggi il resto dell’articolo

Gli impresentabili

berlusconi_cosentinoDunque davvero Dell’Utri era la mafia e Cosentino la camorra? Alla Cassazione e ai tribunali di Napoli bisognerebbe portare la sceneggiatura della “Tamurriata degli Impresentabili” che è stata ballata a Palazzo Grazioli in queste misteriose notti delle liste elettorali.

Ci sono infatti codici e linguaggi che valgono come prove di acciaio inconfutabilissime. Per esempio il “vorrei essere spiegato” pronunziato da Cosentino è come “le bugiarderie” che evocò Totò Riina, meglio di un fotogramma di Toni Servillo in “Gomorra” o del “Camorrista” di Tornatore. E il “mi candiderò fino alla morte” di Marcello Dell’Utri scandito un attimo prima di rinunziare è “la toccatina di polso” di cui parla Michele Pantaleone, il modo mafioso per sondare e capire sino a che punto ci si può spingere. Leggi il resto dell’articolo

Duro colpo alla camorra, arrestato Carmine Schiavone reggente del clan dei Casalesi

carabinieri arrestoI Carabinieri di Casal di Principe hanno fermato Carmine Schiavone, soprannominato ”Carminotto o Staffone”, ritenuto il reggente del clan dei Casalesi.

Carmine Schiavone, figlio di Francesco Schiavone, soprannominato ”Sandokan”, arrestato nel 1998, e’ accusato di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso.  Leggi il resto dell’articolo