Giuseppe Nucci, AD Sogin, incontra il sindaco di Latina, Giovanni Di Giorgi, e comunica la fine dello smantellamento dell’edificio turbine

nucci_digiorgiLatina, 24/01/2013 –  L’Amministratore Delegato di Sogin, Giuseppe Nucci, ha consegnato al Sindaco di Latina, Giovanni Di Giorgi, parte del corpo della turbina di bassa pressione, omaggio per la conclusione dello smantellamento dell’edificio turbine della centrale di Borgo Sabotino, una struttura in cemento armato, lunga 128,5 metri, larga 35,5 e alta 24.

Iniziati nell’agosto 2012, i lavori di demolizione dell’edificio, con un volume di 120 mila metri cubi, che durante l’esercizio ospitava le turbine dell’impianto, 3 principali e 2 ausiliarie, hanno prodotto 14.400 tonnellate di cemento, circa il peso del ponte di Brooklyn.

Nel dicembre 2012, Sogin ha, inoltre, emesso i bandi di gara per la riqualificazione dell’area antistante il pontile, demolito nel 2011, e per il ripristino e la manutenzione straordinaria dell’opera di presa dell’acqua dal mare. Leggi il resto dell’articolo

Annunci

Marchionne all’inaugurazione Officine Maserati: “Non ci piegheremo alla crisi”

industria“Per volere della mia famiglia e di Sergio Marchionne, nonostante le difficoltà della situazione di mercato abbiamo fatto scelte difficili per poter continuare a produrre in Italia”. Lo ha detto il presidente della Fiat, John Elkann, in occasione dell’inaugurazione delle Officine Maserati di Grugliasco.

Lo stabilimento Maserati di Grugliasco da oggi si chiamerà ‘Avv. Giovanni Agnelli plant’, ha annunciato Elkann, spiegando che si tratta di una scelta per “onorare la memoria di mio nonno in modo speciale, un modo che ricordi la sua figura e soprattutto il rapporto speciale che ha sempre avuto con la sua terra”. Leggi il resto dell’articolo

I cittadini chiedono a Microsoft e Skype trasparenza e privacy

privacy-policySingoli cittadini, esperti di settore, giornalisti e associazioni a vario titolo coinvolte sui temi del trattamento dei dati digitali hanno pubblicato una lettera aperta ai dirigenti di Skype , per chiedere maggiore trasparenza sulle politiche di privacy.

I 106 soggetti, tra organizzazioni e privati, lamentano infatti l’assenza di informazioni chiare da parte della nuova proprietà, Microsoft, subentrata ormai da oltre un anno. L’acquisizione dell’azienda di Redmond ha comportato il trasferimento di giurisdizione territoriale dall’Europa agli Stati Uniti, che ha regole diverse in materia di privacy, e un ricambio totale dei vertici aziendali.   Leggi il resto dell’articolo

Konza City Yechnology, la prima Smart City africana

Konza-City-Tecnology-Park-TecnologyAnche il Kenya avrà la sua Silicon valley o meglio la sua “Africa Silicon Savannah“, un distretto tecnologico che promette di trasformarsi nel più importate polo innovativo di tutto il continente. Più che un distretto Konza City Technology sarà una vera e propria città destinata ad accogliere oltre 20 mila lavoratori entro il 2015, per arrivare a 100 mila entro il 2030. Leggi il resto dell’articolo

Il foodraising che fa bene alla cultura

tavola_periodica“Per finanziare la cultura a volte basta una zuppa di fagioli. Può sembrare incredibile, ma in un’epoca in cui l’arte non può più contare su un mecenate pubblico e in cui tutte le soluzioni sembrano arrivare da internet, noi invece abbiamo deciso di metterci a tavola”. Eléonore Grassi, 35 anni, è una delle animatrici di «Cosa Bolle in Pentola?», serie di pranzi collettivi per sostenere progetti creativi a Bologna. Funziona così. Gli ideatori dei 5 progetti selezionati tra quelli che rispondono al bando presentano le loro idee e i commensali, cucchiaio alla mano, votano la loro preferita: chi vince si aggiudica l’incasso della giornata, una somma di circa 500 euro. “Non si diventa ricchi, è vero, ma a volte è sufficiente per finanziare le proprie idee (o per avviarle nella loro fase di start up)”, spiega Eléonore. Leggi il resto dell’articolo

Cassazione su Ustica: “Fu un missile”. Lo Stato risarcirà le vittime

strage_ustica_resti_dc9_645La tesi che fu un missile ad abbattere il Dc9 dell’Itavia ad Ustica “è abbondantemente e congruamente motivata”.

È quanto si legge nella sentenza con la quale la terza sezione civile della Corte di Cassazione ha respinto il ricorso presentato dal ministero della Difesa e delle Infrastrutture e Trasporti e ribadito che i parenti delle vittime del disastro vanno risarcite.

Era stata la Corte d’Appello di Palermo, nel giugno del 2010, ad accogliere la domanda di risarcimento avanzata da alcuni dei parenti delle vittime. “Non c’è dubbio – scrivono i giudici – che le amministrazioni avessero l’obbligo di garantire la sicurezza dei voli e che l’evento stesso dimostra la violazione della norma cautelare”Leggi il resto dell’articolo

Le stagioni influenzate dal calore delle città

traffico-autoIL CALORE generato dalle città influenza le temperature nel raggio di migliaia di chilometri perchè altera la circolazione atmosferica. Se nel Nord America e Asia settentrionale questo calore fa aumentare di un grado le temperature invernali in Europa le fa scendere di un grado, soprattutto in autunno. E’ quanto dimostra sulla rivista Nature Climate Change uno studio coordinato da Ming Cai della Florida State University a Tallahassee.

I ricercatori hanno analizzato le attività umane che rilasciano calore, dal riscaldamento degli edifici ai veicoli, e usando un modello dell’atmosfera hanno osservato le influenze di questo calore extra sul clima. L’effetto netto sulle temperature medie globali di questo calore extra, sottolineano gli esperti, è quasi trascurabile, provoca un aumento di soli 0,01 gradi. Ma è notevole a livello regionale e può spiegare perchè, sottolinea la ricerca, alcune regioni stanno sperimentando inverni più caldi rispetto a quanto previsto dai modelli climatici. In particolare il calore generato ogni giorno nelle aree metropolitane provoca in Nord America e Asia settentrionale un aumento delle temperature invernali di un grado mentre in alcune aree d’Europa causa una diminuzione delle temperature di circa un grado, soprattutto in autunno.  Leggi il resto dell’articolo