Groupon dice stop alla vendita di armi

groupon_logoGli iscritti italiani di Groupon non si sono mai visti proporre due pistole al prezzo di una, o un fucile scontato del 60%, ma ai clienti del nord America questo capitava comunemente. Usiamo il passato perché l’azienda con sede a Chicago ha comunicato che non offrirà mai più tagliandi per armi da fuoco o corsi di tiro.

Inevitabile l’associazione con la strage di 28 persone , di cui 20 bambini, consumata a dicembre nella scuola di Newtown, nel Connecticut, un episodio che ha sconvolto gli statunitensi e sembra abbia convinto il presidente Barack Obama a un ennesimo tentativo di regolamentare il possesso delle armi in America . L’associazione, tuttavia, è solo nostra e non è mai menzionata nelle dichiarazioni ufficiali di Julie Mössler, portavoce di Groupon. La motivazione ufficiale di questa scelta risiederebbe esclusivamente nella risposta negativa da parte del pubblico. La vendita di armi e di corsi è stata sperimentata per otto mesi, ma avrebbe prodotto feedback negativi. E il cliente, per il commercio online e offline, ha sempre ragione.  Leggi il resto dell’articolo

Obama avverte: “Mercati nel caos, se non si alza il tetto del debito”

obamaSarebbe “irresponsabile” e “assurdo” opporsi ad un innalzamento del tetto del debito statunitense, senza il quale “i mercati finirebbero nel caos” e l’economia americana “potrebbe tornare in recessione”.

L’allarme lo lancia il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, in conferenza stampa, sottolineando che un mancato accordo sarebbe una “ferita autoinflitta” all’economia americana e “un disastro non solo per gli Stati Uniti ma per l’economia mondiale.  Leggi il resto dell’articolo

Spread giù a 283, gli Stati Uniti scongiurano il disastro economico

spreadGli Usa allontanano lo spettro del disastro economico, le borse festeggiano e lo spread scende sotto quota 290 a 287 punti, obiettivo prefissato dal premier uscente Mario Monti. In extremis la Camera dei Rappresentati ha approvato nella notte la legge licenziata dal Senato per evitare il baratro fiscale che prevede l’aumento delle tasse per chi guadagna oltre 400 mila dollari l’anno o per le coppie che ne incassano oltre 450 mila. Il provvedimento rinvia di due mesi i tagli alla spesa pubblica. Leggi il resto dell’articolo