Lo show targato Berlusconi/Santoro

servizio-pubblico-berlusconi-santoroC’era molta attesa per la puntata di «Servizio pubblico» che vedeva come ospite unico l’ex premier Silvio Berlusconi. In realtà è sembrato lo scontro fra due vecchi professionisti della politica da bar, due tecnici del populismo, fratelli coltelli un po’ guitti.

 La stretta di mano tra Santoro e Berlusconi

Claudio Villa? «Granada»? Il torero e l’arena? Inizia così l’incontro dell’anno, il «The Rumble in the Jungle» della tv italiana, la corrida tra Santoro Vs Berlusconi. L’ex premier ricordava l’Aldo Fabrizi di «Vita da cani», il capocomico sempre alle prese con la vita difficile di una compagnia teatrale, o «Gastone», interpretato da Alberto Sordi, il danseur mondain che non si rassegna. Santoro aveva l’aria da rodomonte collodiano di Monsieur Loyal nei «Clowns» di Fellini. Roba d’altri tempi, insomma. Come Claudio Villa o il Corrado della «Corrida». Tocca alle vestali di Michele, Giulia Innocenzi e Luisella Costamagna, porre le prime domande «cattive», con grazia mista a spietatezza. Berlusconi fatica a conquistare la sua solita sicurezza (è solo in mezzo allo studio su una sedia evidentemente scomoda, senza cuscini a rialzarlo stavolta) e Santoro il ritmo. Leggi il resto dell’articolo

Annunci

Berlusconi trova l’intesa con la Lega


RAVAGLI - CASO RUBY: DA BERLUSCONI BONIFICI A MINETTI E SORELLE DE VIVO”Habemus papam. Questa notte all’una e trenta è stato firmato un accordo tra noi e il Carroccio. Ho firmato io e per la Lega Nord Roberto Maroni che sarà candidato in Lombardia, io sarò il leader moderato. Premier sara’ da decidere ove vincessimo’
‘. Lo afferma Silvio Berlusconi, ospite a Rtl 102.5.

“Alfano può essere il nostro candidato premier ed io posso fare il ministro economia” afferma, commentando una dichiarazione di Calderoli che gli chiede di scegliere “un premier giovane”.

Berlusconi poi apre sul riconoscimento giuridico delle coppie di fatto anche omosessuali, “se si ha una maggioranza che consente di cambiare il codice civile”. Al direttore di Rtl che gli chiede se dunque lui sia d’accordo, l’ex premier risponde sì con la testa.

“Io dialogo con tutti, ho una predisposizione al dialogo. Ma la delusione del personaggio è stata talmente grande che non credo ci possa essere possibilità di dialogo”, dice poi Berlusconi parlando di Monti. Leggi il resto dell’articolo

Per Berlusconi il Pdl oltre il 20%. Attacchi a Monti

silvio-berlusconi“Siamo oltre il 20%, dal 14% dove eravamo arrivati dopo un anno di mio silenzio. A questo dobbiamo aggiungere ‘Fratelli D’Italia’ di Ignazio La Russa, e quindi siamo già sopra il 22% e contiamo di arrivare al 40%”.
Lo ha detto Silvio Berlusconi dai microfoni di Radio Radio. Per l’ex premier “possiamo farcela, io ci credo”. Berlusconi ha poi commentato le presenze in tv di Mario Monti.
 

“Se lo fa lui non e’ scandalo. Se lo fa lui va bene. Se lo faccio io e’ scandalo”, ha osservato. Quindi l’affondo sulle considerazioni del Professore in merito a un Pdl “settario”. “Gli ha risposto bene Brunetta: Monti continua a dire bugie”. Leggi il resto dell’articolo