Spread giù a 283, gli Stati Uniti scongiurano il disastro economico

spreadGli Usa allontanano lo spettro del disastro economico, le borse festeggiano e lo spread scende sotto quota 290 a 287 punti, obiettivo prefissato dal premier uscente Mario Monti. In extremis la Camera dei Rappresentati ha approvato nella notte la legge licenziata dal Senato per evitare il baratro fiscale che prevede l’aumento delle tasse per chi guadagna oltre 400 mila dollari l’anno o per le coppie che ne incassano oltre 450 mila. Il provvedimento rinvia di due mesi i tagli alla spesa pubblica. Leggi il resto dell’articolo

Annunci

Spiati sul bus. Negli Usa si diffonde la videosorveglianza a bordo dei mezzi pubblici

video_sorveglianza2

Qualunque cosa dirai potrà essere usata contro di te”. Negli Stati Uniti questa frase che viene di solito (per lo meno in film e telefilm) usata in caso di arresto, da oggi in poi dovrebbe essere ben visibile su ogni autobus statunitense. Alcune città degli Usa infatti, secondo un’inchiesta del Daily, hanno cominciato a installare sui loro mezzi pubblici un sistema di sorveglianza che comprende microfoni, possibilmente collegati con i sistemi video già largamente utilizzati nei trasporti pubblici Usa.

Questi sistemi permetteranno alle autorità di ascoltare dal vivo e registrare per diversi giorni conversazioni private dei passeggeri degli autobus. Conversazioni che potranno richieste e usate in qualunque momento da altri enti pubblici anche contro gli stessi cittadini. Inoltre, agli IP dei sistemi audio e video si potrà avere accesso via remoto attraverso un web server e questi dati potranno essere combinati con le coordinate Gps degli autobus, permettendo potenzialmente di seguire i cittadini per tutta la città. Il sistema, inoltre, via cavo o wi-fi, accoppia le conversazioni audio con le immagini in modo da fornire, a chi in ascolto, un playback in tempo reale. Infine, oltre a essere disponibili per un monitoraggio live, immagini e audio possono essere conservati in dispositivi simili a scatole nere presenti a bordo degli automezzi, di solito per circa 30 giorni.  Leggi il resto dell’articolo