Arriva Twoo, la piattaforma più “ingombrante” del momento

ecco_che_cos____twoo_4424Alzi la mano chi ha ricevuto un invito a Twoo in questi giorni. Ecco: praticamente tutti. Le caselle di posta vengono tempestate da richieste provenienti da contatti conosciuti e in Rete rimbalza un quesito comune: cos’è Twoo? E, soprattutto, perché spara inviti in maniera automatica? Per saziare la nostra (e la vostra) curiosità ci siamo riversati su Google alla ricerca della creatura incriminata. Il portale è Twoo.com e si presenta come network in grande espansione e grado di farci conoscere persone nuove. Perché non provarlo? Leggi il resto dell’articolo

Annunci

Larry Page su Facebook: “lavorano male sui loro prodotti”

larrypageLarry Page è stato intervistato  a tutto campo dal giornalista di Wired , Steven Levy, ma a fare notizia è soprattutto il giudizio duro su Facebook. “Sono una società forte in quello spazio (i social network, ndr). Ma stanno anche lavorando davvero male sui loro prodotti” ha dichiarato il cofondatore di Google, aggiungendo, “Per noi, per avere successo, è necessario che qualche altra società fallisca? No. Noi stiamo effettivamente facendo qualcosa di diverso”. Come accade in queste ore di campagna elettorale accelerata in Italia, i duelli personali e gli attacchi reciproci catturano l’interesse dei media.

La critica di Page potrebbe essere interpretata come una risposta diretta al nuovo sistema di ricerca interno di Facebook, Graph Search , ma l’intervista è stata realizzata prima della sua presentazione. Naturalmente, si può sempre credere che Google ne fosse già a conoscenza…  Leggi il resto dell’articolo

Graph Search, il nuovo motore di ricerca di Facebook

facebook-mark-zuckerbergLa NOVITA’ di Facebook per l’inizio del 2013 si chiama Graph Search. Un motore di ricerca costruito “dentro” il social network, in grado di fornire risposte incrociando i dati sociali con le informazioni. E fornendo quindi informazioni sull’argomento, declinate anche sul piano delle connessioni umane e non solo su quello degli elenchi di risultati pertinenti. Una nuova forma di ricerca, e non da poco. E ciò nonostante, quasi una non-notizia perché la ricerca su Facebook si basa da sempre sulle correlazioni sociali. Ma ieri Zuckerberg ha illustrato lo stato dell’arte dell’evoluzione del motore, che ora è di fatto qualcosa che su internet web prima non c’era. Leggi il resto dell’articolo

Cala la popolarità di Apple. I più giovani preferiscono Microsoft e Samsung

apple_universeNon solo i dati di vendita raccontano che i prodotti Apple non sono più così saldi nel cuore dei giovani, e soprattutto dei giovanissimi. Ci sono anche ricerche di mercato. Per esempio quella realizzata da Buzz Marketing e riproposta da Forbes. Tina Wells, responsabile del sondaggio, così ne sintetizza il risultato: “Apple ha fatto un ottimo lavoro per abbracciare la generazione X e quella dei più grandi  (i cosiddetti Millennial), ma io non credo che sia in sintonia con i ragazzini Millenial. Questi sono coinvolti dai portatili/tablet Surface di Microsoft e i Samsung Galaxy”.   Leggi il resto dell’articolo

Dalle accademie rinascimentali i primi elementi distintivi dei social network

accademie_rinascimentaliLE ACCADEMIE degli Intronati e Oldauro Scioppio non erano solo il nome di un gruppo di buontemponi che verso la prima metà del cinquecento si erano dati alla commedia dell’arte. Oppure uno degli pseudonimi coi quali scriveva Aprosio Angelico, letterato cinquecentesco e fondatore della Biblioteca Aprosiana a Ventimiglia. Secondo ricercatori britannici infatti, quelli delle Accademie sono anche i primi elementi di social networking della storia dell’umanità, e antesignani ai quali devono la loro nascita esperienze come Facebook, Twitter, YouTube.

L’ipotesi avanzata nello studio The Italian Academies 1525-1700:The first intellectual Networks of early modern Europe, è il prodotto di una ricerca quadriennale condotta in collaborazione dalla British Library, dalla Royal Holloway University of London, e dalla Reading University. Leggi il resto dell’articolo

La svolta social del Consiglio Regionale della Campania

consiglio_regionale_campania

C’e’ chi ha il profilo Facebook, chi preferisce un tweet e chi scrive tutto su un blog. C’e’ chi considera i social network come l’agorà del terzo millennio, chi un antidoto all’antipolitica e chi il miglior modo per entrare in contatto con i cittadini.

Tutti, certo, continuano a considerare fondamentali le strette di mano, gli incontri, i rapporti diretti.

Ma tutti non voltano di certo le spalle alla comunicazione del terzo millennio: quella che consente ai cittadini di entrare nella vita politica e alla politica di entrare nella vita dei cittadini. Un mondo, quello che corre sul filo del web, sul quale il Consiglio regionale della Campania sta puntando sempre di più. Leggi il resto dell’articolo

La rapida ascesa di Pinterest, il social “rosa” per eccellenza

pinterest_1Pinterest occupa ormai una posizione stabile tra i 100 siti Web più visitati al mondo.

Non male se pensiamo che è nato in modo del tutto indipendente nel marzo 2010 sulla falsariga del bookmarking alla Delicious.

Da lì in poi ha conosciuto un solo trend, quello di crescita. Gli utenti sono passati dagli 1,2 milioni dell’agosto 2011 agli oltre 4 milioni del novembre 2011, per poi più che raddoppiare di nuovo nell’anno successivo, superando quota 11 milioniIl tutto in tempi da record.

Ma Pinterest è a metà tra il classico social e lo strumento di catalogazione quindi non necessariamente in competizione con le altre piattaforme, tanto da essere pienamente integrabile non solo con siti come Flickr  ma anche con Twitter e Facebook, dove la sua pagina ufficiale conta circa due milioni e mezzo di fan. Un boom di adepti, o forse sarebbe meglio dire di adepte. Sì, perché se Google+ è il social al maschile per eccellenza, altrettanto si può dire per Pinterest al femminile. Il 68% degli utenti sono infatti donne e la percentuale sale addirittura al 97% per i like su Facebook.
Leggi il resto dell’articolo