Sarà il carbone la prima fonte di energia mondiale tra 10 anni

carbone500Altro che marcia inarrestabile delle energie rinnovabili. Entro una decina d’anni, non di più, il carbone potrebbe strappare all’imperante petrolio il primato di fonte energetica mondiale. Chi c’è dietro la nefasta dinamica? La Cina, in primo luogo. Ma anche l’India.

Sterminate potenze energivore, da anni protagoniste di una roboante crescita economica che non sembra conoscere crisi, dove ancora buona parte dell’apparato industriale lavora a carbone. A lanciare l’allarme – perché di certo non è una buona notizia per gli equilibri ambientali – è stata la direttrice esecutiva dell’ Agenzia internazionale dell’energia (Iea), Maria van der Hoeven. I dati di partenza, d’altronde, parlano chiaro: già oggi il carbone rappresenta il 28% dell’energia consumata in tutto il pianeta ed è la prima fonte d’elettricità.

Leggi il resto dell’articolo

Annunci

Nucleare e rinnovabili, il futuro in Cina è all’insegna del mix energetico

cina2

Nucleare si, nucleare no. Dopo il disastro di Fukushima, la questione dell’energia dell’atomo è tornata alla ribalta. Tra contrari e favorevoli, c’è chi, come la Cina, ha pensato a un mix di produzione energetica da nucleare e fonti rinnovabili.

Nucleare

Riprenderà la costruzione di nuove centrali nucleari, sospesa dopo l’incidente in Giappone, come specifica il programma nazionale di sviluppo energetico, approvato lo scorso ottobre. Tutti i nuovi reattori nucleari, secondo il programma, dovranno essere conformi ai più elevati standard internazionali di sicurezza. He Jiankun, esperto dell’università ‘Tsinghua’ a Pechino, ha così commentato: “la scelta di un sito per una centrale nucleare deve essere basata su approfondite ricerche scientifiche e devono esserci adeguate garanzie che in nessun caso si verifichino perdite radioattive. Lo sviluppo del nucleare è significativo per l’ottimizzazione della struttura energetica della Cina – prosegue Jiankun – e di tutela della sicurezza energetica nazionale. La Cina continuerà a sviluppare l’energia nucleare in modo sicuro e altamente efficiente, la sicurezza è la priorità”. Leggi il resto dell’articolo